Adenoidi

Che cosa sono le adenoidi?

Le adenoidi sono un tessuto linfatico posto nella parte più profonda del naso (rinofaringe) simili alle tonsille.

Nello sviluppo di un bambino le tonsille palatine e le adenoidi sono organi di difesa molto importanti nei primi mesi di vita e fino ai quattro / cinque anni di età. Col trascorrere degli anni la loro funzione si riduce e vanno incontro a fenomeni di atrofia (cioè si riducono spontaneamente). Nell’individuo adulto le difese immunitarie sono fornite dagli anticorpi che circolano nel sangue, e il tessuto linfatico ha una minore importanza. Normalmente l’atrofia inizia attorno ai 12 anni di vita.

Come curare le adenoidi Adenoidi nei bambini: quali malattie possono contrarre?

Il problema più frequente provocato dalle adenoidi è l’ipertrofia adenoidea. A causa delle temperature esterne più fredde, infezioni nasali e altro, le adenoidi aumentano di volume causando difficoltà nella respirazione nasale e ristagno di secrezioni.

I sintomi dell’ipertrofia adenoidea

Ciò determina un timbro di voce “nasale”, raffreddori, respiro a bocca aperta e anche problemi alle orecchie: l’udito si può ridurre perché l’ipertrofia delle adenoidi è di ostacolo al deflusso delle secrezioni dell’orecchio medio dalle tube di Eustachio.

Altri sintomi secondari ma spesso presenti sono:

  • tendenza a russare di notte;
  • gola infiammata;
  • difficoltà di deglutizione;
  • otite media;
  • labbra secche e spaccate;

L’ipertrofia adenoidea è anche una causa della sindrome delle apnee nel sonno nel bambino (OSAS).

Come viene curata l’ipertrofia adenoidea

La visita otorinolaringoiatrica è fondamentale per la scelta delle migliori terapie.

Si inizia di norma con una terapia medica che prevede mucolitici, decongestionanti nasali e aerosol. Il trattamento varia a seconda della gravità della patologia. Se non sono infette, è possibile evitare l’operazione alle adenoidi e attendere che si atrofizzino naturalmente.

Se invece i sintomi persistono o la situazione è abbastanza grave, il tuo medico potrebbe consigliare l’intervento di rimozione, che prende il nome di adenoidectomia. È un intervento molto semplice, e non comporta alcun rischio per il bambino. L’adenoidectomia è particolarmente consigliata quando il bambino presenta ripetute infezioni, che in alcuni casi possono portare all’insorgere di sinusiti e otiti.

Dopo l’operazione, al bambino potrebbe essere prescritta una cura antibiotica per prevenire ulteriori infezioni. Ma la buona notizia che sicuramente farà piacere a molti è che durante la fase post-operatoria è fortemente consigliata l’ingestione di cibi freddi; quindi, gelati in quantità!

Rimedi naturali per il trattamento delle adenoidi ingrossate

È doveroso prestare anche attenzione alle terapie inalatorie termali nella cura delle adenoide ingrossate: le acque utilizzate sono le salsobromoiodiche (Terme di Salsomaggiore) e le sulfuree (Terme di Tabiano e Trescore).

La terapia prevede due inalazioni giornaliere, in unica seduta con l’impegno di circa 30 minuti per 10 giorni: si effettuano inalazioni a getto diretto e aerosol individuale con mascherina. Le cure sono ben tollerate dai bambini e sono cure naturali che non presentano controindicazioni.

Recenti studi hanno evidenziato una riduzione del 73% dell’uso dei farmaci nei bambini che hanno seguito questo tipo di percorso curativo rispetto ad analogo campione di pari età e zona di residenza che, al contrario, non ha effettuato le cure termali.

Terapia2: cure inalatorie termali per le adenoidi dei tuoi piccoli

Se sospetti che i tuoi piccoli possano presentare i sintomi di adenoidi ingrossate, rivolgiti immediatamente al tuo medico di base o contattaci per un consulto compilando il form sottostante.