Bronchite

Cosa è la bronchite?

La bronchite è una patologia di tipo infiammatorio che colpisce le pareti dei bronchi che permettono il trasporto dell’aria da e verso i polmoni.

I sintomi della bronchite negli adulti e nei bambini

I sintomi più comuni per diagnosticare questa patologia sono:

  • difficoltà a respirare (dispnea);
  • tosse persistente;
  • dolore durante la deglutizione;
  • produzione eccessiva di muco, con catarro bianco o giallastro, con piccole perdite di sangue;
  • respiro sibilante;
  • fiato corto;
  • febbre;
  • brividi di freddo.

Bronchite nei bambini

I bambini hanno più probabilità di sviluppare forme acute di bronchite a causa di particolari fattori che interagiscono con l’essere umano in tenera età. Questi sono:

  • inalazione di polvere;
  • tonsille ingrossate;
  • sinusiti;
  • allergie;
  • asma. Quando alla condizione dell’asma si aggiunge quella della bronchite acuta, allora si parla di bronchite asmatica.

Come curare la bronchite Tipi di bronchite: cause e durata

La bronchite, dunque, è un’infiammazione dell’albero bronchiale che può manifestarsi in forma acuta o cronica.

In forma di bronchite acuta la condizione è meno grave e generalmente ha tempi di guarigione molto brevi, anche se può capitare che la tosse perduri per qualche settimana.

La bronchite cronica invece è una patologia molto più seria visto che i bronchi sono interessati dall’infiammazione per lunghi periodi di tempo. Infatti, la bronchite si definisce cronica quando colpisce per almeno tre mesi e per due anni consecutivi. La bronchite cronica dapprima interessa i bronchi più alti dell’albero respiratorio, successivamente coinvolge anche quelli più piccoli e profondi, portando a una riduzione della funzionalità polmonare: il 20% circa dei malati ha difficoltà a respirare anche stando seduto o sdraiato, mentre il 68% lamenta una respirazione difficoltosa e insufficiente nei movimenti.

La bronchite acuta può essere causata da infezioni virali (nell’85-95% dei casi) o batteriche, ma anche dall’esposizione a sostanze irritanti come smog o fumo. Lo stato di bronchite acuta può evolvere in quello di cronica, e questo avviene generalmente a causa del fumo di sigaretta, anche se solo passivo. Chi è affetto da bronchite acuta può svilupparne una forma cronica anche se non è fumatore ma rimane esposto per lungo tempo ad altri fattori irritanti come l’inquinamento ambientale o gli scarichi gassosi industriali.

La bronchite è contagiosa?

Trattandosi di un’infiammazione a lungo termine, la bronchite cronica generalmente non è contagiosa. Per loro natura, le infiammazioni non possono essere trasmesse.

Al contrario, la bronchite acuta è contagiosa. Ciò avviene perché – come abbiamo visto sopra – le forme acute sono causate da infezioni che quindi possono essere trasmesse da persona a persona, soprattutto attraverso le goccioline di muco che espelliamo quando tossiamo, starnutiamo o parliamo. 

Bronchite e rimedi naturali

Esistono diversi modi per alleviare i sintomi della bronchite. Fra gli alimenti consigliati, si segnalano i benevoli effetti ottenuti dallo zenzero, dall’aglio e dalla curcuma. Non farà male l’esposizione al vapore (anche quello della doccia o della vasca da bagno), effettuare gargarismi con acqua e sale, e soprattutto dormire bene e abbracciare uno stile di vita salutare privo del fumo delle sigarette.

Le acque termali per curare la bronchite

Un notevole alleviamento dei sintomi della bronchite si ottiene con le inalazioni termali a getto diretto caldo umido e aerosol con acque sulfuree (Tabiano, Trescore Balneario).

Il ciclo si compone di 10 giorni di cura con frequenza giornaliera e un impegno presso la nostra struttura di circa 30 minuti a seduta.

Inalazioni a getto per la bronchite

Le inalazioni a getto vengono praticate nebulizzando un litro di acqua termale che viene aspirata da un flusso di vapore sotto pressione attraverso un ugello del diametro di 1 mm. L’apparecchio esterno dell’inalatore (che convoglia al paziente il vapore e il nebulizzato) è sagomato e studiato per ottenere una finezza di micelle del nebulizzato idonea, conforme alla profondità che si desidera raggiungere nell’ambito respiratorio.

In genere, questo tipo di applicazione caldo-umida è utilizzata per le prime vie aeree (naso, faringe, laringe). I nostri apparecchi termali di ultima generazione, sono appositamente studiati e regolati in modo da ottenere particelle di nebulizzato di grandezza superiore ai 10 micron. Sono apparecchi ad alto rendimento, caratteristica fondamentale per l’inalazione con acqua termale.

Aerosol per la bronchite

Gli aerosol individuali sono apparecchi ad aria compressa (1-1,5 atmosfere) per l’aerosolizzazione individuale dell’acqua termale. Il vantaggio dell’aerosol per curare la bronchite è soprattutto quello di avere un nebulizzato fine, secco e penetrante.

Di questi dispositivi esistono varianti a vibrazione o sonici. In questo caso si utilizzano acque sulfuree da cui otteniamo il gas in forma di idrogeno solforato e particelle acquose che vengono accelerate da piccoli compressori a vibrazione acquisendo maggiore capacità penetrativa nelle mucose e a livello della tuba di Eustachio.

Durante l’applicazione, il paziente viene invitato a compiere la manovra di Politzer, che consiste in una deglutizione a bocca chiusa.

Cura la bronchite con Terapia2

Lo staff di Terapa2 è a tua completa disposizione per ogni informazione relativa al trattamento delle bronchiti. Contattaci, troveremo insieme la soluzione più adatta a te.