Tonsillite

Cos’è la tonsillite?

La tonsillite è una infezione acuta delle tonsille.

Le tonsille sono posizionate al passaggio tra bocca e faringe e, nella prima infanzia, hanno il ruolo di protezione delle vie respiratorie. In generale dopo i 5/6 anni vanno incontro a una progressiva atrofia sia funzionale che oggettiva, come si osserva frequentemente negli adulti.

Oltre che di natura virale o batterica (vedi sotto) la tonsillite si può presentare in forma acuta o cronica.

Tonsillite acuta

La tonsillite è una patologia fortemente comune nei bambini. Di fatto, ogni bambino ne risulterà affetto almeno una volta.

Se i sintomi durano meno di 10 giorni, probabilmente sarà tonsillite acuta; se invece le manifestazioni durano più a lungo o se i sintomi si ripresentano più volte durante l’anno, c’è il rischio di una tonsillite cronica.

Nella forma acuta, in buona parte dei casi per il trattamento sarà sufficiente la medicazione casalinga, a cui dedichiamo un paragrafo più sotto. Fa eccezione la tonsillite di origine batterica, che in alcuni casi può richiedere il ricorso ad antibiotici.

Tonsillite cronica

La tonsillite diventa cronica quando i suoi sintomi (soprattutto dolore alla gola, alitosi e rigonfiamento dei linfonodi del collo) durano più a lungo rispetto alla tonsillite acuta.

La tonsillite cronica può portare all’insorgere dei tonsilloliti, che vanno rimossi chirurgicamente.

Come curare la tonsilliteCause della tonsillite

Le tonsille sono esposte a infiammazione normalmente di natura virale, meno frequentemente batterica. Fra i virus responsabili, i più frequenti sono l’Adenovirus e il Rhynovirus che danno origine alla tonsillite cronica; il batterio più comune nel caso di tonsillite batterica è invece lo Streptococco.

Sintomi della tonsillite

I sintomi più noti della tonsillite sono:

  • febbre;
  • mal di gola, anche nella deglutizione;
  • male all’orecchio;
  • arrossamento o gonfiore delle tonsille;
  • comparsa di placche;
  • gonfiore dei linfonodi del collo.

Può essere diagnosticata grazie a un semplice esame visivo del cavo orale, ma se questo non dovesse essere sufficiente si può eseguire un tampone faringeo.

La tonsillite è contagiosa?

Sì. La tonsillite è contagiosa e può essere trasmessa anche a partire da 24-48 ore prima di manifestarne i sintomi, e anche alcuni giorni dopo averla superata, soprattutto nel caso della tonsillite batterica.

Si trasmette generalmente tramite tosse o starnuto, ma anche toccando un oggetto “infetto” e poi passandosi la mano sul naso o sulla bocca.

È chiaro che la trasmissione sarà tanto più probabile quanto più si starà a contatto con pazienti infetti, quindi i bambini che presentano i sintomi devo assolutamente stare a casa e non frequentare i luoghi pubblici, specialmente le scuole.

Quanto dura e come si cura

Se si tratta di infezione virale, guarisce spontaneamente nel volgere di 7/10 giorni, con un picco nei primi 3. Il paracetamolo, se assunto in dosi corrette controlla febbre e dolore; se la febbre non scompare nelle 72 ore è sempre consigliabile la visita medica per ulteriore terapia.

Se l’infezione è di natura batterica è necessaria la terapia antibiotica, generalmente a largo spettro.

Infine, si può anche ricorrere all’intervento chirurgico in presenza di infezioni particolarmente importanti come l’ascesso tonsillare.

Tonsillite: rimedi naturali

Un certo numero di rimedi naturali può aiutare nel trattamento della tonsillite, o quantomeno nel ridurne i sintomi. Uno di questi può essere quello di mescolare in una tazza di acqua tiepida il succo di limone, un cucchiaino di sale e 4 di miele.

Fare gargarismi con acqua salata (ma i più piccoli potrebbero non gradire) aiuta ad alleviare i dolori alla gola causati dall’infiammazione, così come ha effetti antinfiammatori l’assunzione di liquirizia. Ma non è consigliato somministrarla in forma di pastiglia o bastoncino ai bambini causa rischio soffocamento, quindi in caso si potrebbe sostituire con uno spray.

Al contrario, i bambini ameranno sicuramente mangiare ghiaccioli: questi – come altri cibi freddi – sono ottimi rimedi naturali per trattare il dolore, soprattutto in quei casi in cui il bambino si rifiuta di assumere altri prodotti. Infine, nel caso di tonsillite batterica si può somministrare del miele, noto per le sue proprietà antibatteriche, magari sciolto nel tè (caldo, non bollente).

Le cure termali per trattare la tonsillite

A partire dai tre anni i bimbi possono effettuare le cure inalatorie (inalazioni caldo-umide a getto di vapore e aerosol con acque salsobromoiodiche e sulferee) senza problemi in quanto sempre ben tollerate. Il ciclo terapeutico prevede 10 giorni di cura, dal lunedì al venerdì per due settimane, con un impegno giornaliero di circa 30 minuti.

Si può accedere con la richiesta del proprio medico o tramite visita dai nostri specialisti otorinolaringoiatri e pediatri che sapranno indicare il migliore percorso di cura in base alla patologia o anche come prevenzione.

Recenti studi hanno evidenziato una riduzione del 73% dell’uso dei farmaci nei bambini che hanno frequentato questo tipo di percorso curativo rispetto ad analogo campione di pari età e zona di residenza che, al contrario, non ha effettuato le cure termali.

Terapia2, Centro Inalatorio Termale a misura di bimbo

Se il tuo bambino presenta i sintomi della tonsillite, è necessario un consulto pediatrico.

Insieme al tuo medico, puoi organizzare un incontro presso il nostro centro e insieme studieremo un percorso che aiuterà il piccolo a superare la tonsillite. Siamo a tua disposizione per darti ogni tipo di informazione, contattaci riempiendo il form sottostante.