Sinusite

Cos’è la sinusite

La sinusite è un’infezione che sorge quando i seni paranasali si irritano e si gonfiano.

I seni paranasali sono delle cavità rivestite di mucosa contenute nella parte viscerale del cranio, collegate attraverso piccoli ostii con le fosse nasali che hanno la funzione di alleggerire la scatola cranica senza minarne la robustezza. Contribuiscono anche a dare alla voce le sue caratteristiche. Queste cavità possono andare incontro a processi infiammatori (infettivi, chimici, fisici) generalmente a partenza dalle fosse nasali che possono eventualmente evolvere in sinusiti.

Tipi e sintomi della sinusite

Le sinusiti possono essere di due tipi: acute e croniche.

La sinusite acuta si manifesta con:

  • cefalea intensa, rinopiorrea abbondante (naso che cola);
  • ostruzione nasale;
  • anosmia (perdita dell’olfatto) o cacosmia (percezione di odore sgradevole).

La sinusite cronica invece è generalmente caratterizzata da cefalea meno intensa (soprattutto mattutina) e rinorrea mucopurulenta, spesso posteriore.

Quali possono essere le cause della sinusite nei bambini e negli adulti?

Molto spesso queste patologie compaiono dopo un raffreddore o dopo crisi allergiche: la mucosa si gonfia producendo una maggiore quantità di muco che può rimanere bloccato all’interno della cavità dei seni dove si sviluppano batteri e virus. In genere (ma non sempre) la sinusite acuta tende a essere di origine virale, quella cronica di origine batterica.

La sinusite nei bambini si presenta in genere molto simile a un raffreddore con moderati mal di testa che a volte si ripercuotono anche verso l’orecchio. Negli adulti, il senso di pressione e dolore tende ad essere molto acuto con rinorrea di catarro giallastro e dolori anche ai denti.

Si tratta di una patologia che, se non curata in tempo, può sfociare in rinite allergica, rinite vasomotoria o poliposi nasale.

Quanto dura la sinusite?

La durata della sinusite è molto importante per individuarne il grado di cronicità.

Generalmente, la sinusite acuta che sorge a seguito di infezione virale da raffreddore può durare una o due settimane, mentre quella batterica anche uno o tre mesi (in questi casi si parla di sinusite subacuta). Superati i tre mesi, la sinusite diventa cronica.

La sinusite è contagiosa?

Quando è causata da virus, è possibile trasmettere quel virus scatenante a un’altra persona. Ciò non vuol dire che il contagiato svilupperà automaticamente sinusite; in alcuni casi il virus potrebbe sfociare in un semplice raffreddore.

Ma come abbiamo visto, cause della patologia possono essere anche di natura batterica, allergica e fungina. In tutti questi casi la sinusite non è contagiosa.

Come curare la sinusite Rimedi naturali e casalinghi per trattare la sinusite

Come curare la sinusite? Nei casi meno gravi, la patologia può essere trattata seguendo particolari accorgimenti. A seconda dei casi, il medico di base può consigliare l’assunzione di comuni farmaci da banco decongestionanti, antidolorifici, antifebbrili o antistaminici.

Riposare è anche consigliato, così come assumere determinati alimenti. Bere tanta acqua è il primo passo fondamentale, mentre alle pietanze che mangiamo possiamo aggiungere cipolle, zenzero e aglio che fanno benissimo al sistema immunitario. Per le sue caratteristiche antiossidanti, antibatteriche e antifungine, anche il miele è un valido alleato alla lotta contro la sinusite.

Chiaramente, se non si ottiene alcun miglioramento dall’automedicazione, e soprattutto se è presente uno stato febbrile superiore ai 38°C che non accenna a scendere, sarà fondamentale contattare il medico per iniziare una cura specifica.

Acque termali per il trattamento della sinusite

Le sinusiti possono essere trattate con le acque termali seguendo un percorso specifico. Si effettua in genere una prevenzione in autunno con una decina di giorni di terapie termali (docce micronizzate nasali, getto di vapore e aerosol sonico) con acque termali saline (Salsomaggiore) e acqua sulfuree (Tabiano, Trescore Balneario) e un mantenimento durante l’inverno che può essere di una volta ogni 15 giorni, o a gruppi di 5 giorni, a seconda del parere del Medico.

Docce nasali, inalazione a getto e aerosol

Le procedure per trattare la sinusite con acque termali sono prevalentemente tre: docce nasali, inalazioni e aerosol.

Le docce nasali micronizzate con acqua salsobromoiodica effettuano un lavaggio accurato delle fosse nasali rimuovendo le secrezioni di catarro che ristagnano e favorendone l’espulsione per vie naturali.

L’inalazione a getto e l’aerosol-humages fanno arrivare le benefiche particelle dell’acqua termale e il gas solfureo direttamente alla mucosa nasale e dei seni paranasali aumentando l’efficienza del nostro sistema naturale di depurazione delle vie aeree (il tappeto di ciglia nasali), stimolando la produzione di anticorpi di superficie e soprattutto contribuendo a sciogliere il muco che, col suo ristagno, è la causa principale dei fastidi della sinusite cronica.

Cura la sinusite da Terapia2

Se sei affetto da sinusite, se ne riscontri i sintomi, se vuoi avviare un percorso di prevenzione o se il tuo medico ti ha consigliato una cura a base di acque termali, contattaci per avere tutte le informazioni di cui hai bisogno. Lo staff medico di Terapia2 è sempre a tua completa disposizione per ogni richiesta di informazioni.